Nuova verifica di congruità nel settore edile

06 settembre 2021

Il Decreto del Ministero del Lavoro n. 143/2021 definisce un nuovo sistema di verifica della congruità dell’incidenza della manodopera impiegata nella realizzazione di lavori edili eseguiti da imprese affidatarie, in appalto o subappalto, ovvero da lavoratori autonomi coinvolti nella loro esecuzione.

Le disposizioni del decreto saranno applicate ai lavori edili per i quali la denuncia di inizio lavori alla Cassa Edile territorialmente competente sarà effettuata dal 1° novembre 2021.

La verifica della congruità sarà attuata nell’ambito:

  • dei lavori pubblici
  • dei lavori privati il cui valore sia pari o superiore a 70.000 euro.

A chi è rivolto

Il Decreto si applica al settore edile, nel quale rientrano tutte le attività, comprese quelle affini, direttamente e funzionalmente connesse all’attività resa dall’impresa affidataria dei lavori per le quali trova applicazione la contrattazione collettiva dell’edilizia stipulata dalle organizzazioni di rappresentanza comparativamente più rappresentative sul piano nazionale.

La verifica è eseguita in relazione agli indici minimi di congruità riferiti alle singole categorie di lavori, riportati nella Tabella allegata all’Accordo collettivo del 10 settembre 2020.

Meccanismo di regolarizzazione

L’attestazione di congruità è rilasciata dalla Cassa Edile/Edilcassa territorialmente competente, entro 10 giorni dalla richiesta. Nel caso in cui la congruità non viene riscontrata, è previsto un meccanismo di regolarizzazione, in cui:

  • la Cassa Edile/Edilcassa invita l’impresa a regolarizzare la propria posizione entro 15 giorni, attraverso il versamento in Cassa Edile/Edilcassa dell’importo corrispondente alla differenza di costo del lavoro necessaria per raggiungere la percentuale stabilita per la congruità;
  • superati i 15 giorni, l’esito negativo della verifica di congruità riferita alla singola opera, pubblica o privata, andrà ad incidere, dalla data di emissione, sulle successive verifiche di regolarità contributiva finalizzate al rischio del DURC online per l’impresa affidataria.

 

*****

Lo Studio è a disposizione per fornire tutta la necessaria assistenza.

Archivio news

 

News dello studio

set22

22/09/2021

IVA 5% sui beni “Covid”

Con la risposta a interpello n. 585/2021 l’Agenzia delle Entrate torna ad approfondire il trattamento Iva  dei beni “Covid” come previsto dall’articolo 124 del DL Rilancio

set16

16/09/2021

SPID, CIE e CNS obbligatori per l’accesso ai servizi on line del Fisco e aiuti alle imprese

Si ricorda che dal 1° ottobre 2021 l’accesso dei cittadini ai servizi on line dell’Agenzia delle Entrate e di Agenzia Entrate-Riscossione potrà avvenire esclusivamente con SPID,

set10

10/09/2021

Iva errata in fattura

Dal principio di interpretazione n. 2/IVA curato dal Comitato Scientifico del Modulo 24 IVA si evince che nei casi di errata fatturazione, con applicazione dell’IVA in misura superiore a quella

News

set20

20/09/2021

Gli studi professionali al test della corretta gestione amministrativo-contabile

La corretta gestione amministrativo-contabile

set23

23/09/2021

Dal 27 settembre è attivo il nuovo “sportello online”

Dal 27 settembre 2021 prende il via il

set23

23/09/2021

Green pass sui luoghi di lavoro: quali sanzioni rischiano datori di lavoro e lavoratori

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto