IVA 5% sui beni “Covid”

22 settembre 2021

Con la risposta a interpello n. 585/2021 l’Agenzia delle Entrate torna ad approfondire il trattamento Iva  dei beni “Covid” come previsto dall’articolo 124 del DL Rilancio e il suo ambito di applicazione. Muovendo dal precedente orientamento di prassi, l’Agenzia ha precisato i requisiti per accedere all’aliquota agevolata del 5%.

Dispositivi medici e attrezzatura sanitaria

  1. I reagenti ad altri prodotti di consumo utilizzati per la diagnostica Covid, possono rientrare nel predetto regime solo se ricompresi nelle voci doganali indicate dalla circolare 12/D.
  2. I portali o varchi dotati di termocamere per la misurazione della temperatura corporea, possono essere inclusi nella definizione di “termometri” ma bisogna prestare attenzione al fatto che l’attrezzatura venga istallata dotata di sistema di misurazione corporea.
  3. I supporti per i disinfettanti, invece, come già precisato nella circolare 26/2020, possono beneficiare dell’agevolazione Iva solo se presentino sistemi di fissaggio amovibili.
  4. I Kit/accessori per il funzionamento delle attrezzature non rientrando nell’elenco tassativo dell’articolo 124 non possono beneficiare del regime Iva. Analogo discorso vale per le provette non sterili che non possono essere ricomprese nella definizione di “strumentazione per diagnostica per COVID-19”.

*****

Lo Studio è a disposizione per eventuali chiarimenti.

Archivio news

 

News dello studio

ott18

18/10/2021

Bonus Novara 3

Il comune di Novara ha approvato una seconda iniziativa straordinaria denominata Bonus Novara 3. La domanda per il contributo può essere presentata sino alle ore 24.00 del giorno martedì

ott11

11/10/2021

Strutture ricettive e locazioni brevi: al via la banca dati

Il Ministro del Turismo, con il decreto 29 settembre 2021 n. 1782, definisce le regole per la realizzazione e la futura gestione della banca dati nazionale delle strutture ricettive e degli immobili

ott11

11/10/2021

Bonus Edilizi: la ritenuta d’acconto dell’8% prevale su tutte le altre

Per i lavori edili sulle parti comuni condominiali e per le prestazioni professionali verso condomini o altri sostituti d’imposta, agevolati con i bonus edili, le relative fatture non sono mai

News