Esonero contributivo per autonomi e professionisti

06 agosto 2021

L’articolo 1 comma 20, L. 178/2020 (Legge di bilancio 2021) ha previsto un esonero parziale, nel limite massimo individuale di 3.000 euro su base annua, dal pagamento dei contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai professionisti iscritti alle gestioni previdenziali dell’Inps e dai professionisti iscritti alle Casse private.

Il termine di decadenza per la presentazione della domanda per l’accesso all’esonero contributivo da parte dei lavoratori iscritti alle Gestioni INPS è stato prorogato al 30 settembre 2021.

Invece, in riferimento ai professionisti, il termine di invio delle domande è al 31 ottobre 2021.

Beneficiari

  • Lavoratori iscritti alle gestioni speciali dell’AGO e lavoratori iscritti alla Gestione Separata compresi i lavoratori soci di società e i professionisti componenti di studio associato.
  • Professionisti iscritti agli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza.

Soggetti esclusi

  • Titolari di contratto di lavoro subordinato con esclusione del contratto di lavoro intermittente senza diritto all’indennità di disponibilità.
  • Titolari di pensione diretta, diversa dall’assegno ordinario di invalidità o altro emolumento che risponda alle medesime finalità.

Requisiti

  • Calo del fatturato o dei corrispettivi nell’anno 2020 non inferiore al 33% rispetto a quelli dell’anno 2019.
  • Reddito complessivo di lavoro non superiore a 50.000 euro nel periodo d’imposta 2019.

Questi requisiti non sono richiesti se l’attività è stata avviata nel corso del 2020.

Calcolo del reddito 2019

  • Per i professionisti iscritti alle casse private il reddito è individuato secondo il principio di cassa come differenza tra i compensi percepiti e i costi inerenti all’attività.
  • Per gli iscritti alla gestione artigiani e commercianti Inps e alla gestione separata, il reddito è individuato nel reddito imponibile indicato nel RR sezione I o II del modello redditi PF, tramessa entro il termine di presentazione dell’istanza di esonero.

Il parziale esonero dal pagamento dei contributi previdenziali richiede la regolarità contributiva. Inoltre, l’accredito della contribuzione Inps oggetto di esonero è subordinato all’integrale pagamento della quota parte di contribuzione obbligatoria non oggetto di esonero.

*****

Lo Studio è a disposizione per fornire tutta la necessaria assistenza.

Archivio news

 

News dello studio

set22

22/09/2021

IVA 5% sui beni “Covid”

Con la risposta a interpello n. 585/2021 l’Agenzia delle Entrate torna ad approfondire il trattamento Iva  dei beni “Covid” come previsto dall’articolo 124 del DL Rilancio

set16

16/09/2021

SPID, CIE e CNS obbligatori per l’accesso ai servizi on line del Fisco e aiuti alle imprese

Si ricorda che dal 1° ottobre 2021 l’accesso dei cittadini ai servizi on line dell’Agenzia delle Entrate e di Agenzia Entrate-Riscossione potrà avvenire esclusivamente con SPID,

set10

10/09/2021

Iva errata in fattura

Dal principio di interpretazione n. 2/IVA curato dal Comitato Scientifico del Modulo 24 IVA si evince che nei casi di errata fatturazione, con applicazione dell’IVA in misura superiore a quella

News

set20

20/09/2021

Gli studi professionali al test della corretta gestione amministrativo-contabile

La corretta gestione amministrativo-contabile

set23

23/09/2021

Dal 27 settembre è attivo il nuovo “sportello online”

Dal 27 settembre 2021 prende il via il

set23

23/09/2021

Green pass sui luoghi di lavoro: quali sanzioni rischiano datori di lavoro e lavoratori

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto